Debito pubblico e tasse: ecco come abbatterle

La proposta del Popolo della Libertà per abbattere il debito pubblico è concreta e attuabile ed è il vero scudo anti spread. Eccola nel dettaglio

Oggi l’Italia ha “l’esigenza di difendersi con le proprie forze”. La proposta di attacco al debito pubblico presentata dal Pdl serve proprio a questo. Vogliamo realizzare uno scudo tutto italiano. “Questo renderà più forti e più credibili le nostre sacrosante richieste di modifica dello Statuto della Bce”.
Dal sito ufficiale del Popolo della libertà
“Gli obiettivi principali – ha precisato Alfano – che ci siamo prefissati sono due: la riduzione del debito pubblico al di sotto della soglia del 100% e la conseguente riduzione della pressione fiscale di un punto l’anno per cinque anni. La diretta conseguenza è la possibilità per cittadini e imprese di poter disporre di maggiori risorse.
Lo strumento che utilizzeremo sarà un Fondo privato a cui lo Stato cederà parte del suo patrimonio pubblico per la valorizzazione e vendita a investitori italiani e stranieri tramite l’emissione di obbligazioni. Ciò ci consentirà di poter incassare una cifra stimata di 15/20 miliardi l’anno (un punto di PIL), per un totale di 400 miliardi.
La proposta è stata elaborata da una equipe presieduta da Renato Brunetta, con la collaborazione di Paolo Romani e Luigi Casero, di Daniele Capezzone e dei professori Francesco Forte, Rainer Masera e Paolo Savona.”