Alcoa: comprendiamo i lavoratori ma no violenza

Comprendiamolo lo stato d’animo e le ragioni dei lavoratori dell’Alcoa che stanno vivendo un momento drammatico e che hanno tutto il diritto di difendere il loro posto di lavoro, ma dall’altra parte non possiamo che condannare con fermezza ogni forma di violenza che può sfociare in tensioni gravi e ingiustificabili come quelle di oggi.

La protesta è legittima ma non deve travalicare assolutamente i limiti della civiltà. La mia solidarietà va al Responsabile Economia del Pd Stefano Fassina e sono vicino anche alle forze dell’ordine che si trovano a dover fronteggiare una situazione incandescente. Mi auguro che il governo trovi una via d’uscita per evitare il peggio: vanno garantite l’occupazione e la tenuta di un’azienda strategica per il nostro Paese.