Nuove regole per controllare i bilanci dei gruppi

Abbiamo approvato le nuove regole per controllare i bilanci dei gruppi parlamentari. Mi sembra un atto semplice ma doveroso e di trasparenza per come si usano i soldi dei cittadini. Cosa ne pensate?

Lo ha deciso la Giunta del Regolamento secondo quanto ha riferito il portavoce del presidente della Camera, Gianfranco Fini. «La Giunta per il Regolamento – ha riferito il portavoce di Fini, Fabrizio Alfano – ha deciso all’unanimità di adottare il testo Bressa-Leone e di integrarlo con il principio della verifica dei bilanci dei gruppi da parte di una società esterna» via Corriere.it
Il testo stabilisce che: ogni gruppo abbia uno statuto in cui sia indicato un tesoriere responsabile e un organismo amministrativo; il bilancio dovrà essere redatto in base a precisi criteri contabili omogenei tra tutti i gruppi; in più si esplicita che i soldi possono essere usati unicamente per le finalità strettamente connesse all’attività parlamentare. Si tratta di 36 milioni di euro l’anno distribuiti in base alla consistenza dei gruppi.
Leggi anche “Soldi ai gruppi parlamentari, torna il controllo esterno. Retromarcia dei partiti dopo il passo falso” via Il Sole 24 Ore
Nuove regole per controllare i bilanci dei gruppi parlamentari con una verifica di una società esterna scelta con una gara pubblica. Un atto semplice ma doveroso e di trasparenza per come si usano i soldi dei cittadini italiani. E un piccolo ma importante segno di cambiamento.

Ti è piaciuto questo articolo? > Iscriviti alla newsletter