Pdl al lavoro per correggere la legge di stabilità

Nell’intervista ad Avvenire spiego perchè il Popolo della Libertà fa una critica profonda ma costruttiva alla legge di stabilità. Eccone i motivi
I vincoli di bilancio li conosciamo bene. Ma la funzione del Parlamento e del Pdl non può essere quella di accettare tutto senza chiedere cambiamenti e miglioramenti.
La legge di stabilità rischia di essere un’occasione mancata: ha buone intenzioni di ridurre la pressione fiscale ma non indica la direzione, la prospettiva e soprattutto non incide sulle tre leve dello sviluppo che sono la famiglia, i giovani e le imprese. Anzi per il terzo settore si prospetta la mazzata dell’aumento dell’iva.
Leggi anche “Il Pdl critica Monti ma fa proposte concrete
Io noto un’impostazione da Ragioneria dello Stato, come se la legge di stabilità fossero solo numeri e non politiche.
Quindi ben venga che il Governo tecnico avanzi proposte, poi c’è il ruolo del Parlamento e della Politica con la p maiuscola. Il Pdl avrà una posizione determinata e mi auguro che Monti, che ha sempre dialogato, ci aiuti a trovare la quadra.
Leggi l’intervista integrale su Avvenire del 17 ottobre 2012 “Ora in Parlamento per correggerla”