Le piccole banche sostengono il credito con finanziamenti e prestiti

La congiuntura economica ha chiuso i rubinetti del credito. Le banche non concedono più denaro alle piccole medie imprese. Tuttavia finalmente un segnale positivo arriva dai piccoli istituti. Ecco le cifre
Sembra paradossale ma mentre le grandi banche concedono sempre meno credito, l’analisi (via mondopmi.it) dei 18 mesi compresi tra giugno 2008 fino a dicembre 2011 evidenzia che:

  • GRANDI GIU’ > Le prime 5 banche italiane passano dal 54.1% di metà 2008 al 51% di fine 2011 per quanto riguarda il loro peso sul totale dei prestiti e finanziamenti erogati alle PMI
  • PICCOLE SU > Le banche locali, maggiormente radicate sul territorio, hanno segnato un aumento dell’1.6%. Anche altri istituti che destinano almeno il 30% delle loro attività alle aziende, hanno aumentato la copertura totale di quasi tre punti

Leggi anche “Credito alle imprese sempre più in calo
Le banche locali non sono esposte ai rischi che caratterizzano i grandi gruppi, proprioper la dimensione e il contesto. Reinvestono il capitale raccolto direttamente nel territorio sotto forma di finanziamenti e prestiti alle imprese e creano un legame fiduciario.
Un segnale positivio.