Imprese familiari italiane controcorrente alla crisi

Ho letto questo interessante articolo del Corriere della Sera sulle aziende familiari italiane (la nostra vera forza) che vanno controcorrente e resistono meglio delle altre alla crisi

Leggi “La rivincita (della crescita) per le imprese di famiglia via Corriere della Sera e per approfondimenti ecco il rapporto dell’Osservatorio AUB sulle aziende familiari italiane 2012 dell’Università Bocconi.
MAGGIORE CRESCITA > Nel 2011 sono cresciute del 4.6% rsipetto al 3.6% medio delle altre categorie di aziende. Dopo lo choc del 2009 (-9.1%) hanno confermato la ripresa cominciata nel 2010.
MAGGIORE STABILITA’ > Le aziende familiari mostrano maggiore solidità patrimoniale. Il rapporto di indebitamento 2007-2011 è sceso nettamente passando da 7.1 a 5.6 punti. Il più basso in assoluto dal 2001.
MAGGIORI ASSUNZIONI > E non hanno smesso di assumere. Dal 2006 al 2010 il numero dei dipendenti è cresciuto e la sua incidenza sul totale dei dipendenti delle imprese di capitali è salita a circa il 30 per cento.
Leggi anche “Come pagare l’IVA all’incasso delle fatture
LA CRISI MORDE > Ovviamente l’articolo riporta anche i dati di un rallentamento con la riduzione del gap positivo. Questo è inevitabile. Ma la forza delle imprese italiane sta proprio nell’essere medio-piccole e a conduzione familiare, meno propense all’indebitamento e alle scommesse finanziarie dei manager esterni. E soprattutto con un forte valore sociale all’interno della comunità.