Italia Popolare: video e manifesto

Ecco il video spot di Italia Popolare, il movimento dei moderati per un nuovo Popolo della Libertà e il manifesto da leggere e diffondere

MANIFESTO PER ITALIA POPOLARE

Noi siamo convinti che l’Italia possa resistere alla crisi, riutare il declino e preparare la crescita. C’è un’Italia che non si rassegna, una comunità capace di conciliare il lavoro con il mercato, l’impresa con la società, la libertà con la responsabilità. Un’Italia sempre pronta a partecipare, attiva e protagonista nel mondo e in Europa. Quest’Italia chiede di essere rappresentata.
Noi vogliamo farlo.
Noi vogliamo costruire subito una nuova alleanza riformista e modernizzatrice, la casa comune dei popolari italiani che si riconoscono nel Ppe e che intendono orire agli elettori una alternativa di gover-no, credibile ed autorevole, su un programma di riforme, serietà e sviluppo, impresa e lavoro. E’ l’Italia della speranza, che ci guarda e alla quale dobbiamo fornire una risposta.
Noi possiamo farlo.
Noi siamo convinti che la proposta politica della sinistra sia superata e ideologica. C’è una maggioranza di italiani che aspetta un’alternativa convincente, che risponda ai bisogni di chi sore e di chi spera, di chi crede in un‘Italia moderna e solidale. E’l’Italia popolare che si vuole rimettere in moto.
Leggi anche “Mario Monti candidato per unire i moderati. Ci spero
Noi ne siamo parte.
Noi siamo convinti che ci sia un’Italia che non si volta indietro, che vuole proseguire sulla strada delle riforme e della integrazione europea, disposta anche ai sacrici, se servono a far crescere il paese, per dare un futuro ai propri gli. Un’Italia protagonista, saldamente legata alle proprie tradizioni ma capace di intraprendere le sde dell’innovazione e dello sviluppo.
La nostra Italia.
Noi siamo convinti che sia necessario un governo politico, votato dagli italiani, nella prospettiva di un sano bipolarismo europeo, che prosegua il dicile percorso delle riforme avviato in questi anni e a cui noi abbiamo contribuito in modo convinto. Non è il momento di dividere ma di unire.
Noi dobbiamo farlo.
Noi chiediamo a tutto il centrodestra di mettersi in campo, di osare e di amare l’Italia. L’Italia che vogliamo. Per questo, oriamo il nostro contributo di associazioni e fondazioni che si riconoscono nei valori e nei programmi del popolarismo europeo, nella convinzione che si possa e si debba lavorare insieme.

Ti è piaciuto questo articolo? > Iscriviti alla newsletter