La famiglia è la mia priorità (risposta a Caterina)

Caterina mi scrive per sapere se l’attenzione alla famiglia è solo uno slogan. Vi assicuro che non lo è e che il mio impegno su questo punto sarà ancora più forte

In questi giorni, rispondendo alle tantissime email e messaggi che ricevo anche dal sito, sono rimasto colpito da Caterina che mi scrive:

Leggendo i programmi dei vari partiti ho colto che il Pdl è l’unico ad occuparsi della famiglia e dei problemi legati ad essa. Non ho mai votato Pdl ma il vostro programma mi “trascina” verso di voi. Ma se voto Pdl e vince elezioni, prenderete a cuore i punti sulla famiglia oltre a quelli su lavoro etc.. come prioritari?

Ringrazio Caterina e le altre persone che ci giudicano in base ai contenuti e non ai titoli dei giornali. Io rassicuro tutti voi che i punti sulla famiglia rappresentano una mia priorità e sono stati accolti come fondamentali anche dal Pdl che li ha messi in forte rilievo nel programma elettorale. Intendo proseguire con più vigore ancora nella battaglia che ritengo cruciale per lo sviluppo e la ripresa del nostro Paese.
A garanzia di tutto questo possono portare le tante testimonianze del lavoro portato avanti in questi anni:

Nel programma del Pdl, è scritto:

La persona e la famiglia sono al centro del nostro programma. La difesa e il sostegno alla famiglia, comunità naturale fondata sul matrimonio tra uomo e donna, la promozione della dignità della persona e la tutela della vita, della libertà economica, educativa e religiosa, della proprietà privata, della dignità del lavoro, la solidarietà e la sussidiarietà saranno i punti di riferimento della nostra azione legislativa.

E sono previste numerose azioni che proseguono ciò che è stato realizzato insieme a numerosi colleghi già impegnati nella legislatura. La prima di tutte è l’eliminazione dell’IMU sulla prima casa.Senza una legislazione di favore per la famiglia mancano le basi anche per uno sviluppo economico.

Ti è piaciuto questo articolo? > Iscriviti alla newsletter