Pd e Pdl diversi ma fanno un pezzo di strada insieme per l'emergenza

Questa mattina sono stato ospite di Radio Anch’io. Abbiamo parlato del discorso di Letta, del Governo di large intese e della Tav

Ieri nel discorso alla Camera, Enrico Letta ha toccato punti fondamentali:

  • Sospensione Imu
  • No aumento all’Iva
  • Abolizione del finanziamento ai partiti
  • Taglio degli stipendi dei Ministri

 
SUL TAGLIO AGLI STIPENDI DEI MINISTRI
Come ha detto Letta, è vero che non sapevamo dei tagli ai Ministri. Ma ognuno di noi deve dare segnali e, anche se queste risorse risparmiate non saranno mai sufficienti, sono segni e testimonianze. Partiamo da qui!
 
GOVERNO DI LARGHE INTESE
Il conduttore mi ha chiesto come faranno Pdl e Pd a stare insieme. Gli ho risposto che ovviamente non è che Pdl e Pd la pensano di colpo alla stessa maniera. Ma io credo che il mondo sia a colori, non è in bianco nero. La diversità è ricchezza. Pur essendo diversi possiamo fare un pezzo del cammino insieme per affrontare l’emergenza e aiutare il Paese a uscire da questa situazione.
Ci misuriamo su questi fatti. Innanzitutto si è visto che centrodestra e centrosinistra vogliono abbassare la pressione fiscale e hanno stoppano l’Imu. La pacificazione è misurata sui fatti. E un governo non nasce con la scadenza: la strada non è facile o poco faticosa. Ma iniziamo a lavorare senza mettere sempre ostacoli davanti a noi.
Mia figlia mi ha segnalato la canzone di Jovanotti che dice: “Non c’e montagna più alta di quella che non scalerò, non c’è scommessa più persa di quella che non giocherò“. Iniziamo a scalare la montagna.
 
DOMANDA SULLA COSTRUZIONE DELLA TAV
In Piemonte dicono già “la Tav in mano ai Lupi“. Io dico, a proposito di pacificazione, che le infrastutture sono volano per la crescita, producono occupazione e sviluppano la competitività del Paese.
Ritengo che la Tav sia una priorità del Pdl, del Pd e di Scelta Civica. Si è spiegato molto il valore della grande opera. Si farà e andremo avanti con grande responsabilità.
Mi impegnerò per aiutare i cittadini a essere partecipi e a comprendere le scelte Governo.