Solidarietà al ministro Kyenge per gli insulti razzisti che negano la democrazia

Esprimo la mia solidarietà al collega ministro Cecile Kyenge per gli attacchi razzisti di cui è vittima

‘Hic manebimus optime’, qui staremo benissimo. Risponda così il ministro Cecile Kyenge a chi, ignaro della nostra storia e della nostra cultura, la invita a “tornare in Congo“.
Tutta la mia solidarietà alla collega ministro contro gli attacchi di stampo razzista di cui è vittima. La legittima diversità di opinione su alcuni temi è il sale della democrazia, l’insulto rozzo e violento ne è la più radicale negazione.