Ecobonus e ristrutturazioni: incentivi anche per gli elettrodomestici

(Aggiornato 16 ottobre) Incentivi anche per gli elettrodomestici. Via libera del Senato all’estensione delle detrazioni Irpef previste dal decreto sulle ristrutturazioni edilizie anche all’acquisto di grandi elettrodomestici. Ecco i dettagli.

 
AGGIORNAMENTO 16 OTTOBRE
La legge di stabilità proroga gli incentivi dando un segnale forte per le famiglie. Dal 2014 le detrazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie dal 50% resteranno al 50% e non al 36% e con il 2013 non termina neanche la possibilità di accedere al bonus mobili. Anche per le detrazioni sul risparmio energetico è previsto il rinnovo che manterrà l’ecobonus al 65%.
 
Lo sconto Irpef del 50% per chi effettua lavori di ristrutturazione edilizia è stato esteso anche all’acquisto di grandi elettrodomestici per un ammontare non superiore a 96mila euro fino alla fine dell’anno. Un’altr anovità importante dopo gli incentivi sull’acquisto di mobili.
Il cosiddetto ecobonus, infatti, fa rientrare anche gli elettrodomestici fino a un limite che resta di 10mila euro e riguarda:

  • Condizionatori
  • Pompe di calore
  • Grandi elettrodomestici anche da incasso

Questo provvedimento entrerà in vigore dopo la conversione del decreto in legge e potrebbe quindi subire ulteriori modifica nel passaggio in Aula alla Camera.
LEGGETE ANCHE: Approfondimento: come ottenere gli incentivi 2013 per le ristrutturazioni edilizie e l’acquisto di mobili
 
Fonte:  Il Sole 24 Ore