Tragedia pullman in Irpinia: stiamo accertando tutte le responsabilità

Pullman precipitato nel viadotto: lutto nazionale per le vittime di questa tragedia. Il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti al lavoro a fianco delle autorità giudiziarie

Il Consiglio dei Ministri n. 17 ha proclamato per oggi lutto nazionale dopo il tremendo incidente in cui un pullman è precipitato da un viadotto dell’autostrada tra Monteforte Irpino e Baiano, lo scorso 28 luglio.
E’ una tragedia immane che provoca un indicibile dolore a tante famiglie cui siamo vicini. Una tragedia di cui vanno immediatamente accertate la dinamica e le responsabilità.
Mi sono subito recato sul posto per un sopralluogo, sono andato nella palestra della scuola don Bosco di Monteforte irpino dove erano state porta le salme per la ricomposizione, poi sono andato all’ospedale Santobono di Napoli dove sono ricoverati i cinque bambini, ho parlato con i medici con una delle bambine ferite e con suo padre
 
L’INDAGINE
C’è in corso un’indagine della magistratura, come Ministro delle Infrastrutture e Trasporti:

  • Ho assicurato al magistrato tutta la disponibilità del mio dicastero
  • Ho chiesto una relazione a Autostrade per l’Italia
  • Una all’istituto di vigilanza del Ministero sulla concessioni autostradali (ex Ivca ora Svca)
  • E ho avviato una indagine amministrativa interna sulla revisione del mezzo

Era un mezzo del 1995, vecchio di 18 anni, risulta che abbia percorso 900 mila chilometri e che abbia passato una revisione a marzo scorso, ma vogliamo svolgere un’indagine amministrativa per sapere come vengono fatte queste revisioni.
Aspetto con forza una relazione su come sono stati fatti questi controlli e credo che dovremo fare una ulteriore riflessione sulle certificazioni che vengono fatte ogni anno su questi mezzi che trasportano tante persone.
 
LA SICUREZZA AL CENTRO
Nel dl Fare che sarà convertito in legge spero in 10 giorni al massimo, abbiamo chiesto ad Anas di fare un piano straordinario di manutenzione di strade, ponti e ferrovie. In Italia abbiamo regole sulla sicurezza forti, dobbiamo attuarle e lavorare tutti insieme per prevenire tragedie come questa.
LEGGETE ANCHE: Ecco le mie priorità al ministero dei Trasporti