Nuova tramvia-metrò fiorentina: altro passo in avanti

Arno e nuova tramvia-metrò area metropolitana fiorentina: incontro tecnico al Ministero Infrastrutture e Trasporti con Regione Toscana e Comune di Firenze per definire road map.

I TEMI AL CENTRO DEL’INCONTRO AL MINISTERO
Durante l’incontro che si è svolto al Ministero, convocato dal Sottosegretario Erasmo D’Angelis, al quale hanno partecipato i dirigenti dell’Unità di Missione del Ministero, i dirigenti della Regione Toscana e del Comune di Firenze, i temi al centro sono stati:

  • La nuova tramvia-metrò Bagno a Ripoli-Campi Bisenzio;
  • gli interventi necessari per la messa in sicurezza dell’Arno;
  • così come il Waterfront di Marina di Carrara con la riqualificazione di piazze, percorsi e accessi al mare.

Come ha detto il sottosegretario D’Angelis: “Sistema tramviario Bagno a Ripoli-Firenze-Sesto Fiorentino-Campi Bisenzio, sicurezza dell’Arno e Waterfront di Marina di Carrara opere strategiche di livello nazionale”.
 
COME REALIZZARE QUESTE OPERE
Abbiamo valutato tutte le questioni tecniche, finanziarie e gli iter procedurali – ha spiegato ancora il Sottosegretario Erasmo D’Angelis – per due delle priorità della nostra Regione:

  • la sicurezza dalle alluvioni lungo l’asta dell’Arno da garantire con le casse d’espansione di Figline e San Miniato e lo scolmatore di Pisa;
  • e il nuovo sistema tramvia-metrò di area metropolitana che collegherà Bagno a Ripoli a Firenze, Sesto Fiorentino e Campi Bisenzio e che segnerà un punto di svolta nel sistema della mobilità sostenibile della Toscana centrale.

Gli interventi già previsti e non ultimati delle due opere e nuovi progetti verranno inseriti all’interno della Legge Obiettivo come opere strategiche per il Paese con l’aggiornamento dell’Accordo quadro tra Stato e Regione Toscana.
Ciò permetterà soprattutto di avere a disposizione gli strumenti finanziari per poter accelerare e completare le opere.
 
LA LINEA 2 DELLA TRAMVIA FIORENTINA
Il cantiere, che collegherà la Stazione Santa Maria Novella con l’aeroporto Vespucci, partirà a fine febbraio. Nel corso dell’incontro romano, è stato fatto il punto anche sulla ripresa dei lavori dell’Alta Velocità fiorentina con la presa d’atto dell’assicurazione da parte del vertice di Rfi e Ferrovie dello Stato che il cantiere per la stazione Foster ripartirà con i lavori a fine mese.