Ho firmato l'accordo per la Milano-Chiasso e il valico di Luino

Oggi a Berna ho firmato l’accordo italo-svizzero per la Milano-Chiasso e il valico di Luino. La Svizzera ha investito 120 milioni di euro, l’Italia 40.

La firma oggi a Berna con la consigliera federale ai Trasporti Doris Leuthard per un accordo Italia-Svizzera sul finanziamento delle opere di ampliamento previste per i due valichi ferroviari di Chiasso e di Luino di collegamento da Basilea al Nord Italia.
Il termine dei lavori sulla tratta di Luino e a sud di Chiasso è previsto per il 2016-2018.
L’IMPORTANZA DELL’ACCORDO
L’adeguamento permetterà il passaggio di carichi merci con altezza agli angoli di 4 metri e l’uso di treni merci della lunghezza di 750 metri. La realizzazione di questi due corridoi è un elemento centrale della politica di trasferimento del traffico dalla strada alla rotaia, condivisa dai due paesi e un importante contributo alla modernizzazione dei corridoi europei per il traffico merci.
Quello raggiunto oggi è un successo di tutti e due i paesi in vista di un obiettivo comune e di un intesse reciproco. Non ha senso parlare di ‘regali’, è interesse nostro come è interesse svizzero realizzare certe infrastrutture, per questo abbiamo lavorato proficuamente insieme. In un caso analogo, la Torino-Lione, succede l’inverso, noi investiamo più della Francia.

Aggiungo che sul completamento del corridoio europeo Rotterdam-Genova, che passa dalla Svizzera e mette in collegamento i grandi porti del Nord Europa con il Mediterraneo, il nostro governo ha investito un miliardo e 800 milioni per la realizzazione del Terzo Valico tra Milano e Genova. Altri due miliardi di euro sono già programmati come investimento su questo corridoio nel periodo 2014-2020.
LEGGETE ANCHE: Buona notizia: raggiunto l’accordo con Qatar Airways per Malpensa
 
I FINANZIAMENTI
In base all’accordo l’Italia investirà 40 milioni di euro sulla tratta Milano-Chiasso che fa parte del corridoio strategico Rotterdam-Genova inserito nelle Ten-T dell’Unione Europea. La Svizzera metterà a disposizione 120 milioni di euro per gli adeguamenti delle sagome delle gallerie sulla linea di Luino, percorso alternativo per il trasporto delle merci che fa parte delle reti comprehensive.

  • I 120 milioni svizzeri per la tratta Luino- saranno messi a disposizione di RFI.
  • I 40 milioni italiani per la tratta Milano-Chiasso sono già stati stanziati dal Decreto del Fare e inseriti nell’accordo di programma con Rfi per il biennio 2014-2016.