10 auto su 100 circolano senza assicurazione ma i controlli stanno per cambiare

In Italia 10 auto su 100 stanno circolando senza assicurazione, ben 3,8 milioni di veicoli su un parco di 37 sono infatti privi di copertura assicurativa, una cifra impressionante “che ci consegna il record negativo europeo in materia di infrazioni e irregolarità”.

Come ha spiegato il Sottosegretario Erasmo D’Angelis, i proprietari di questi veicoli non assicurati sono un problema perchè, in caso di incidente, è impossibile risarcire i danni nei contenziosi, anche in presenza di lesioni gravi a passeggeri (nel 2012 sono stati 186.726 gli incidenti stradali con 264.716 feriti e 3.653 morti).
LEGGETE ANCHE: Meno incidenti stradali: ecco altre risorse per sicurezza e prevenzione
 
COME CAMBIANO I CONTROLLI
Senza costi aggiuntivi abbiamo creato la piattaforma tecnologica più avanzata d’Europa che modifica radicalmente il sistema degli accertamenti. L’archivio informatico della Motorizzazione, grazie al web service e all’incrocio di una mole impressionante di dati (tutti i veicoli con le polizze stipulate con tutte le compagnie assicurative) dal 15 febbraio fornirà in tempo reale al Ministero dell’interno e alle forze dell’ordine, nazionali e locali, i dati di tutte le auto senza copertura assicurativa che poi potranno essere controllate attraverso i varchi Ztl, tutor e pattuglie su strada.
Un enorme e impegnativo lavoro di snellimento e trasparenza delle procedure che darà maggiore velocità ai controlli. Senza accanimento vessatorio, verrà spiegato ai cittadini interessati che entro 15 giorni devono rimediare pena il pagamento di sanzioni da un minimo di 841 euro a un massimo di 3366 euro fino al sequestro dell’auto. Basterà la documentazione fotografica.