Approvato il fondo risarcimenti alle imprese danneggiate dagli attacchi No Tav

E’ stato approvato oggi alla Camera l’emendamento a sostegno delle imprese impegnate nella realizzazione di infrastrutture strategiche che subiscano il danneggiamento con atti colposi.
Riguarda materiali, attrezzature e beni strumentali in conseguenza di atti colposi commessi al fine di ostacolare o rallentare l’esecuzione delle opere.
La disposizione è di evidente attualità, considerati i recenti reiterati atti vandalici in Val di Susa a danno delle imprese impegnate nei cantieri dei lavori di realizzazione della linea TAV Torino-Lione.
La norma prevede che le imprese danneggiate possano richiedere un indennizzo per il ristoro del danno subito per la parte eccedente la somma liquidata o liquidabile dall’assicurazione o, in assenza di un contratto di assicurazione, per una quota del danno subito.
Abbiamo mantenuto l’impegno preso con gli imprenditori delle Val di Susa superando tutti gli ostruzionismi che hanno cercato di fermarci. Questa norma, in pieno accordo fra governo e Parlamento, conferma ulteriormente la determinazione del governo nel realizzare la Torino-Lione e l’impegno a sostenere con atti concreti e tangibili le imprese e i loro lavoratori divenuti purtroppo bersaglio della violenza. Violenza alla quale opponiamo le ragioni dello sviluppo del Paese e la fermezza dello Stato.