Appoggio di Ncd a Renzi non è scontato: niente patrimoniale o governo di sinistra

Maurizio Lupi interviene a Otto e mezzo e Radio Anch’io sul processo di formazione del governo Renzi. Ncd è pronto a stendere il programma di governo punto a punto ma il suo appoggio non è scontato.

 

LE CONSULTAZIONI CON RENZI

Lupi, ministro delle Infrastrutture e Trasporti uscente, ha ribadito che il Nuovo Centrodestra vuole che questo governo sia sostenuto dalla stessa maggioranza che aveva Letta, senza allargarsi a sinistra includendo SEL per esempio. Questo non deve essere un governo di sinistra.
Durante la consultazione con Renzi, Alfano ha chiaramente detto che se nel programma ci sono per esempio la patrimoniale o l’innalzamento delle qliquote per una redistribuzione del carico fiscale, il Nuovo Centrodestra non è disposto ad appoggiarlo. Perchè di tasse ne abbiamo già troppe!
 

IL CONTRIBUTO DI MAURIZIO LUPI DA MINISTRO

Durante la trasmissione condotta dalla Gruber, Maurizio Lupi ha ribadito alcuni fatti realizzati da ministro come contributo portato al Paese per uscire dalla crisi:

 

IN POLITICA NON PER LE POLTRONE

Romano Guardini, pensatore cattolico del ‘900, diceva che il potere può essere usato in due modi: o per metterlo al servizio della propria gente o per se stessi e questa è la cosa peggiore.
Non mi è piaciuto come è stato trattato Enrico Letta. Una lite all’interno del Partito Democratico che secondo me è un modo sbagliato di fare politica. Però non è il mio partito quindi stiamo a vedere.
 
(Interventi di Maurizio Lupi a Otto e mezzo e Radio Anch’io)