Tav: questi criminali smettano di infangare le parole libertà e liberazione

Il ministro Maurizio Lupi interviene sulle rivendicazioni dei Nuclei armati operativi sulla Tav: “sono deliri criminali”.

I cosiddetti Noa (Nuclei armati operativi) smettano di infangare con i loro deliri criminali la memoria dei partigiani, e di deturpare parole come libertà e liberazione.

Ora è il momento di praticare la lotta armata di liberazione, i terroristi sono loro, noi siamo i partigiani della libertà

si legge in un passo del documento recapitato alla sede del capoluogo piemontese.
Dietro l’opposizione alla Tav si manifesta ormai apertamente una volontà terrorista, come denunciato da tempo dalla Procura di Torino, che parla senza memoria storica di ‘coscienze proletarie e rivoluzionarie’, di ‘tribunali rivoluzionari’ e di ‘condanne a morte’.
Le istituzioni, gli italiani, le persone veramente democratiche questa memoria ce l’hanno ben viva e non permetteranno a una infima minoranza fanatica di continuare a seminare odio e violenza spacciandoli per nobili ideali. Sulla brutta piega che ha preso l’opposizione No Tav alla Torino-Lione sarebbe ora che tutti uscissero dall’ambiguità.
LEGGETE ANCHE: scaricate il Dossier Tav