Inchiesta di Cagliari archiviata: ecco le motivazioni della sentenza

Maurizio Lupi prosciolto. L’inchiesta contro il Ministro, scattata su denuncia di parte di un concorrente del dott. Massidda per la presidenza dell’Autorità Portuale di Cagliari, è stata archiviata. E’ interessante leggere la sentenza di cui riportiamo alcuni passaggi.

Dal testo della sentenza di archiviazione si capisce che il Ministro Lupi è stato prosciolto perchè:

  1. non c’era materia di reato per mettere in piedi questo processo;
  2. non c’era tantomeno l’intenzione, da parte del ministro Lupi, di favorire chicchessia;

Anzi dalle parole dei giudici emerge con chiarezza che il ministro ha operato avendo di mira l’interesse reale del porto e dei suoi lavoratori. Quello che si potrebbe definire il bene comune applicato a un caso particolare.
LEGGETE ANCHE: Cagliari, archiviata l’indagine su di me per la nomina del Porto
 
Nel Decreto di Archiviazione 07040476280 del 28 marzo 2014 scrive infatti il giudice che:

Nel caso di specie, emerge che il Ministro, dopo aver rilevato l’urgente necessità di provvedere alla nomina di un Commissario Straordinario, che potesse temporaneamente supplire alla vacanza dell’organo di vertice dell’Autorità Portuale di Cagliari, […], all’evidente fine di garantire la normale continuità nella gestione dell’Ente, ha provveduto alla nomina del Dott. P. Massidda, quale Commissario Straordinario temporaneo (per la durata di sei mesi) dell’Autorità Portuale di Cagliari. E ciò ha fatto, dopo aver considerato che il medesimo aveva già avviato una serie di positive iniziative volte allo sviluppo del Porto di Cagliari.
Non solo. Emerge, infatti, dal contenuto degli atti acquisiti, che detta decisione è scaturita anche da numerose note (acquisite agli atti) pervenute dalla Confindustria Sardegna Meridionale; Associazione Marittimi Raccomandatari; Confederatione Generale dei Sindacati Autonomi dei Lavoratori (CONFSAL Sardegna); Compagnia dei Lavoratori di Cagliari (FEDESPEDI), […], dal cui contenuto è dato evincere che categorie di lavoratori e imprenditori del territorio sardo e nazionale avevano reiteratamente sollecitato il Ministro Lupi, affichè provvedesse alla nomina del Dott. P. Massidda, al fine di consentire la conclusione delle iniziative dal medesimo già avviate, nel contempo esprimendo apprezzamento per il suo operato.
Ciò evidenzia l’intento del Ministro di procedere alla nomina del Dott. Massidda, non già per recargli ingiusto profitto patrimoniale, in violanzione di leggi o regolamenti, bensì al fine – come già detto – di assicurare la continuità […] ed evitare riflessi negativi sul piano occupazionale.
Risulta, dunque, la sostanziale correttezza dell’operato del Ministro Lupi nell’espletamento della procedura di nomina del Dott. Massidda, quale Commissario Straordinario dell’Autorità Portuale di Cagliari.
Pertanto, non ravvisandosi, nella fattispecie concreta, la sussitenza del reato contestato sia sotto il profilo dell’elemento materiale (violazione di legge, vantaggio patrimoniale ingiusto), sia sotto il profilo soggettivo (dolo intenzionale), questo Collegio ritiene di dover disporre l’archiviazione del procedimento in oggetto, per infondatezza della notizia di reato. […]