Aeroporto di Malpensa: il governo non ha intenzione di indebolirlo

“Nessuna intenzione di indebolire l’aeroporto di Malpensa”. Il Ministro Lupi ha confermato che il governo, anche in vista dell’accordo Alitalia e Ethiad, non intende gettare nel cestino tutti gli investimenti fatti su Malpensa”.

Il Ministro delle Infrastrutture Lupi, dopo aver incontrato il sindaco di Milano Giuliano Pisapia e il presidente di Sea Pietro Modiano ha aggiunto di aver confermato “al sindaco e al presidente di Sea che negli accordi tra due imprese private”, ovvero Alitalia e Etihad, ”il piano industriale che a noi interessa prevede non l’indebolimento di Malpensa, ma il suo forte rilancio”.
“Questo per noi è uno degli asset fondamentali che avevamo chiesto nell’individuazione di nuove alleanze per Alitalia”. Lupi ha infatti spiegato che il governo era interessato al fatto che ”nuovi alleati potessero portare finalmente la compagnia di bandiera e il sistema aeroportuale italiano a non essere una compagnia regionale ma tornare a essere un grande player internazionale. E questo dovrebbe esserci confermato”.
”Mi aspetto – ha proseguito il ministro – che in questa settimana Alitalia presenti al governo gli elementi degli accordi e del nuovo piano industriale. Sono ottimista perche’ credo che questo tipo di alleanza possa fare solo bene”.
”Credo – ha concluso – che ci saranno benefici sul sistema aeroportuale e buone notizie anche per Malpensa. Non esiste che il governo pensi che tutti gli investimenti fatti su Malpensa vengano buttati nel cestino”.
L’intervento del Ministro è anche dovuto alle voci che si rioncorrono dopo che anche il Presidente di Regione Lombardia Maroni si era detto preoccupato per il declino dell’aeroporto di Malpensa.