Trattativa Alitalia Etihad prosegue

Alitalia Etihad Airwais: la trattativa tra le due compagnie aere prosegue. Sono molto soddisfatto di questo perchè conferma che il Governo lavora nella giusta direzione.

 
AGGIORNAMENTO 8 APRILE
Trattativa Alitalia Etihad: “E’ stata chiusa la due diligence: questa è l’informazione data al governo”. Così ha assicurato il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Maurizio Lupi, nel corso di un’audizione al Senato in cui ha fatto presente che Alitalia e Etihad “stanno definendo le lettere di intenti”. “I contenuti – aggiunge – spettano ai soci nel momento in cui si confermerà la volontà di collaborazione. Definiti questi elementi per quanto riguarda il governo ci aspettiamo che ci venga esposto il nuovo piano”.
“Appena avremo notizie il Governo darà puntualmente informazioni, qualora la Ue dovesse eventualmente richiederle” sull’accordo Alitalia-Etihad. “Siamo assolutamente disponibili e contenti – ha detto il Ministro – che l’Europa abbia attenzione, come deve avere sull’operazione Alitalia-Etihad ma anche su tutte le operazioni”. 

Si tratta di un segnale importante perchè il Governo ha scelto di salvaguardare la strategicità del trasporto aereo per il nostro Paese e della sua compagnia storica. Questo dice che la strada intrapresa è quella giusta e anche i sindacati hanno espresso positività.

  1. Innanzitutto abbiamo lavorato perché i soci privati di Alitalia dimostrassero di credere nel loro investimento impegnandosi in un aumento di capitale che è stato sottoscritto per 225 milioni e chiusosi ieri con l’ingresso di Poste Spa come importante partner industriale per 75 milioni (capitali privati raccolti sul mercato!);
  2. Inizio ottobre: il passo successivo è stato quello di dare ad Alitalia discontinuità, stabilizzazione dell’azionariato e una importante ristrutturazione attraverso un nuovo progetto industriale con delle condizioni precise: oltre alle garanzie occupazionali, serviva una profonda revisione del piano industriale che garantisse alla società prospettive concrete di sviluppo e la possibilità di integrazione in un network globale;
  3. Air France si è sfilata da questo processo rimanendo tra gli azionisti ma con una quota minore. Quindi è stato possibile per Alitalia muoversi liberamente per la ricerca di un importante partner internazionale;
  4. Ad oggi l’ufficializzazione di questo interesse da parte di Etihad conferma la strategicità del nostro Paese, dell’hub di Roma e di Alitalia per chi voglia competere nei nuovi mercati del trasporto aereo profondamente modificati negli ultimi cinque anni.

Seguiremo con attenzione gli sviluppi e vi terrò aggiornati.
LEGGETE ANCHE: Dossier Alitalia: le mie risposte alle false obiezioni