Taxi e app Uberpop: servizio pubblico è regolato e non va interrotto

Disputa taxi Uberpop a Milano. Maurizio Lupi che ha incontrato i rappresentanti dei tassisti ha ribadito:” qualsiasi app o innovazione che eroghi un servizio pubblico non autorizzato compie un esercizio abusivo della professione.”

“Non e’ permesso e non si puo’ fare, che si chiami Uber o in qualsiasi altro modo”. E’ quanto ha detto il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi dopo aver incontrato i tassisti in Prefettura a Milano. ”Non accetteremo nessun caso che violi una norma che e’ chiarissima e non si presta a nessuna interpretazione. ”
LEGGETE ANCHE: Uberpop si ferma, è la legge. Bisogna tutelare legalità e passeggeri
Tuttavia “E’ inaccettabile qualsiasi interruzione di servizio pubblico e quindi abbiamo chiesto l’immediata sospensione di tutte le proteste e il ritorno ad un dialogo corretto”. Lo ha detto il ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, al termine dell’incontro con i tassisti a Milano. Il ministro ha spiegato che i tassisti devono immediatamente riprendere il servizio regolare a Milano e “non devono più interromperlo con manifestazioni che mettono anche a rischio l’incolumità di altre persone”.