Rafforzeremo il sostegno alla famiglia e il bonus bebè

(aggiornato 27 maggio) Il Bonus Bebè è un aiuto per la famiglia. Il Nuovo Centrodestra con Alfano propone di rafforzare il sostegno alla natalità e il bonus bebè.
 
AGGIORNAMENTO 27 MAGGIO
Il leader del Nuovo Centrodestra Angelino Alfano è intervenuto nella campagna elettorale delle elezioni europee per lanciare le proposte di Ncd sulla famiglia. “La famiglia – ha detto Alfano – torni protagonista, e a questo agganciamo anche un’altra nostra proposta che e’ di rafforzare il sostegno alla natalità, cioè il bonus bebè. Un Paese senza figli è un Paese senza futuro e prospettive, e lo stesso vale per l’Europa”.
 
 
N.B. Le informazioni che seguono sono tratte dalla stampa e non costituiscono fonte ufficiale. Per maggiori informazioni contattare il call center dell’Inps al numero verde gratuito 803 164 da telefono fisso e 06/164164 da cellulare (dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 e il sabato dalle 8 alle 14).

 
Il governo ha istituito il Fondo per la famiglia per offrire accesso agevolato al credito per le famiglie con bambini nati o adottati nel 2012, 2013 e 2014.
I genitori di questi bambini possono richiedere un prestito fino a 5.000 euro da restituire entro 5 anni con tassi d’interesse ridotti, ad un TAEG (tasso annuo, effettivo e globale) inferiore di almeno il 50% al TEGM (tasso effettivo, globale, medio). La domanda può essere presentata fino al 30 giugno dell’anno successivo alla nascita e all’adozione e bisogna compilare l’apposito modulo direttamente presso le banche aderenti.
E’ ammesso un solo finanziamento per ogni bambino nato o adottato, anche in caso di potestà o affido condiviso. Mentre in caso di esercizio della potestà su più di un minore può essere richiesto più di un finanziamento.
 

DOMANDA PER IL BONUS BEBE’ 2014

La domanda può essere presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo alla nascita o all’adozione.
Basta compilare direttamente presso le banche aderenti (lista consultabile sul sito Fondo Nuovi Nati www.fondonuovinati.it o ABI www.abi.it) l’apposito modulo.
Per la domanda, bisogna compilare l’apposito modulo fornito dalla banca, dichiarando:

  • le proprie generalità e quelle del minore nato a adottato (specificando in tal caso gli estremi del provvedimento): Nome e Cognome, Luogo e Data di nascita, Codice fiscale;
  • l’esercizio della potestà genitoriale sul minore, specificando se si esercita tale potestà da solo a insieme ad altro soggetto;
  • in caso di esercizio della potestà condiviso, generalità dell’altro soggetto e dichiarazione che è richiesto un solo prestito per ogni minore.

La normativa non distingue tra cittadini e stranieri regolarmente soggiornanti: è infatti la banca a valutare in merito alla concessione del prestito in base al titolo e alla durata del soggiorno.
Si possono avere maggiori informazioni telefonando al Contact Center Inps al numero verde gratuito 803 164 da telefono fisso e 06/164164 da cellulare (dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 e il sabato dalle 8 alle 14).