Basta allarmismi. Il rilancio di Malpensa è nel piano Alitalia

“Voglio rassicurare il presidente della Regione Lombardia che concluso il consiglio di amministrazione di Alitalia, che è in corso in queste ore, sarà mia premura incontrarlo quanto prima insieme al sindaco di Milano per illustrare loro nel dettaglio il piano industriale della compagnia aerea.

Piano, tra l’altro, che nelle sue linee essenziali già conoscono essendo noto da tempo che il governo ritiene Malpensa uno scalo strategico – avendolo inserito come tale nel piano nazionale degli aeroporti – e che è intenzione di Alitalia di più che raddoppiare le frequenze intercontinentali che partono da Malpensa, portando da 250mila a 500mila i passeggeri che partono da quello scalo.
Smettiamola però di usare in modo strumentale allarmismi infondati basati su voci che non corrispondono a quanto realmente scritto nel piano Alitalia-Etihad.
Si dia un giudizio con responsabilità solo dopo la sua presentazione. Non è mettendo il carro davanti a buoi e continuando a gridare al lupo al lupo che si rilancia il sistema aeroportuale italiano né quello lombardo. Cosa che peraltro non mi risulta sia stata fatta in questi anni di grida senza progetti”.