Taxi, NCC, Uber – Insediato al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il tavolo di lavoro.

Si è insediato oggi al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in attuazione dell’impegno assunto lo scorso 21 maggio a Milano, il tavolo di lavoro sul trasporto pubblico non di linea.

Erano presenti il ministro Maurizio Lupi, il prefetto di Milano Francesco Paolo Tronca, il prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, l’assessore Michele Civita in rappresentanza del presidente della Regione Lazio, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, l’assessore Guido Improta in rappresentanza del sindaco di Roma.
C’è stata unanimità sulla premessa del ministro Lupi: “La questione Uber Pop non è tra quelle su cui dobbiamo lavorare. E’ chiaro a tutti che l’uso di questa applicazione non può rientrare nel concetto di servizio pubblico di cui ci dobbiamo fare garanti nei confronti degli utenti. Insomma, non è legale”.
All’ordine del giorno del lavoro del tavolo il decreto ministeriale di attuazione della legge che regolamenta il settore, che dovrà tenere conto delle nuove tecnologie, e che verrà predisposto nel confronto con le parti: taxisti e Ncc.