In 10 anni dimezzato numero vittime incidenti stradali

Direttore delle Specialità della Polizia di Stato, Roberto Sgalla: “dal 2001 al 2013 il numero delle persone decedute in incidenti stradali è passato da 7.096 a circa 3.400. In pratica, il dato sui decessi si è dimezzato”.

 
Lo ha detto nel corso della presentazione del bilancio sull’esodo estivo 2014 alla presenza del ministro dell’Interno, Angelino Alfano, e del ministro delle Infrastrutture e trasporti, Maurizio Lupi, e dei responsabili delle società di gestione delle reti autostradali.
È stato quindi raggiunto un obiettivo – ha sottolineato Sgalla – che l’Unione europea ci aveva chiesto nel 2001, e cioè quello di lavorare per dimezzare il numero delle vittime dei sinistri stradali. L’obiettivo, ha proseguito Sgalla, è quello, entro il 2020, di ridurre ancora di più (almeno di 1.400 unità) il numero delle vittime degli incidenti nel nostro paese.
“E’ un dato straordinario”, ha commentato il ministro dell’Interno, Angelino Alfano. “Centocinquanta morti in meno in 12 mesi, e stiamo parlando di uomini, donne e bambini, è un dato straordinario che è stato possibile grazie a un lavoro di squadra e i protagonisti assoluti della sicurezza sono uomini e donne in divisa”