Codice strada: Lupi, Senato acceleri o interverrà governo

Il Senato acceleri l’esame del nuovo Codice della strada o “il governo interverrà anticipando le cose ritenute più urgenti”. Così il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi, intervenendo a una conferenza sulla sicurezza stradale, ha sollecitato Palazzo Madama a ridurre i tempi dell’iter.
Il ministro si è detto “preoccupato” in particolare dalle “oltre 40 audizioni previste dalla Commissione: ho profondo rispetto per il lavoro parlamentare, ma forse dovremmo capire
che se le stesse audizioni le ha già fatte la Camera, si dovrebbe fare tesoro del lavoro svolto e l’altro ramo del Parlamento potrebbe approfondirlo”. Secondo Lupi, infatti, “i tempi del Senato rischiano di allungare troppo la legge delega di riforma”. Il ministro andrà quindi “a chiedere un’accelerazione assoluta: speriamo di dare un segnale che malgrado i tempi della delega siano di sei mesi ce la facciamo in due”, altrimenti “il governo ha strade più veloci”.