Quirinale: terna Pd non è metodo, non è loro esclusiva

“Il Pd ha sbagliato nella modalità di elezione del presidente del Senato e del presidente della Camera: che ora faccia la sua terna” per il presidente della Repubblica “non è quello il metodo”. Così il ministro delle infrastrutture Maurizio Lupi a ‘Radio Anch’iò sottolineando che è necessario “lavorare per trovare insieme questa figura.
Pensare che sia esclusiva di un esponente della sinistra democratica credo sia un errore”. “L’opposizione – ha aggiunto – deve essere coinvolta”. “Dobbiamo trovare una persona in cui riconoscerci tutti”, ha detto Lupi. A proposito del nome di Romano Prodi, il ministro ha commentato: “Prodi è una persona autorevole, ma già nella precedente elezione abbiamo visto che non aveva consensi non solo nel Pd ma anche nel Parlamento. Non avrebbe quel consenso”. Lupi ha detto di avere “grande stima per Bersani”.
“Non escludo niente”, ha detto ancora Lupi a chi gli chiedeva se il prossimo presidente della Repubblica possa venire da sinistra. “Questo non è un Governo monocolore del Pd, ma c’è un Governo di responsabilità fatto dal Pd e da forze alternative, l’opposizione deve essere coinvolta” nella scelta, ha detto ancora Lupi.
Per quanto riguarda infine l’attacco di Beppe Grillo al Colle, Lupi ha osservato che Grillo “sta di nuovo rialzando i toni”: ha parlato “in maniera irricevibile e totalmente sbagliata. La fine di Grillo è un poco alla volta di vedersi restringere il consenso, di questo  passo non va da nessuna parte”.
(ANSA) – ROMA, 19 DIC