Con referendum si conclude nostro percorso 

 Da ottobre si dovranno rivedere ragioni dello stare al Governo
 (ANSA) – MILANO, 28 MAG – Con il referendum costituzionale di ottobre “si conclude un pezzo del nostro percorso. Abbiamo sostenuto questa legislatura proprio per fare le riforme, cambiare l’Italia e portarla fuori dalla crisi. Ad ottobre con il referendum si conclude l’obiettivo che avevamo, quindi fare un tagliando vuol dire che da ottobre 2016 si dovranno rivedere con un confronto le ragioni dello stare al Governo, cosi’ come la costruzione di un’alternativa centrista a Renzi”. Lo ha detto il capogruppo di Area Popolare alla Camera, Maurizio Lupi, interpellato, a margine di un convegno a Milano, sul “tagliando” annunciato dal ministro dell’Interno Angelino Alfano dopo il voto. 
 Ribadendo il si’ alla riforma della Costituzione, Lupi ha quindi parlato di “riflessioni che dopo ottobre bisognera’ fare per gli ultimi 18 mesi dell’azione di governo e anche per la costruzione di un’alternativa al Pd e a Renzi, che per noi e’ fondamentale”, sottolineando pero’ che “anche Renzi e il Pd dovranno risolvere le contraddizioni al loro interno”. A chi gli ha chiesto se con la riforma della Costituzione si rischia una “svolta autoritaria” per il Paese, Lupi ha risposto convinto: “E’ una stupidaggine. Bisogna evitare di fare cio’ che ha fatto la sinistra per vent’anni, cioe’ demonizzare l’avversario. Oggi qualcuno ha sostituito il nome di Berlusconi con quello di Renzi, ma la storia e’ sempre la stessa. Forse non abbiamo imparato nulla”. (ANSA).