RISOLUZIONE SU GERUSALEMME ASSURDA E GRAVE

ROMA (ITALPRESS) – “La risoluzione dell’Unesco su Gerusalemme Est e’ gravissima. Siamo al paradosso che un’agenzia internazionale delle Nazioni unite nega la storia: il Muro del Pianto non ha identita’ ebraica, ne’ ce l’avrebbe la Collina del Tempio. Sinora il negazionismo era appannaggio di qualche sedicente storico, peraltro isolato dalla comunita’ accademica. E’ talmente assurdo, unilaterale e falso quanto l’Unesco pretende di decidere che ci si chiede a quale educazione, scienza e cultura (questo il suo altisonante titolo) facciamo riferimenti quei paesi che hanno votato questa risoluzione. Ritengo anche grave che l’Italia non si sia opposta e spero che il presidente del Consiglio Matteo Renzi nei suoi colloqui con Barack Obama trovi il modo di riconfermare la totale adesione del nostro paese al rispetto della storia e della religione ebraica e dei suoi luoghi simbolo”. Lo afferma in una nota Maurizio Lupi, presidente dei deputati di Area popolare. (ITALPRESS).