Capisco amarezza Sala, ma Milano ha bisogno di un sindaco

Comprendo l’amarezza di Beppe Sala, capisco che non sia piacevole apprendere una notizia di reato, per il quale ci si ritiene innocenti, da un giornale,  e vedersi sbattere in prima pagina avendo coscienza di non aver fatto nulla. Se quindi una reazione istintiva è comprensibile, invito però ora il sindaco di Milano a ripensarci. I cittadini hanno scelto lui, e Milano ha bisogno di essere amministrata, ci sono urgenze da affrontare e progetti da portare avanti.