EUROPA NON PUO’ LASCIARE SOLI CRISTIANI CONTRO PERSECUZIONI

Ennesimo tragico episodio ai danni di un cristiano egiziano bruciato vivo dall’Isis nel Sinai e di un altro copto ucciso a colpi di arma da fuoco. Di fronte a tali scempi non possiamo che ribadire come sia necessario difendere le nostre radici e i nostri valori che rappresentano la nostra storia e dovranno essere il faro per disegnare il futuro. E’ indispensabile, anche alla luce di simili tragedie, andare contro ogni facile populismo e batterci affinché ci sia più Europa, nel senso più nobile del significato. Non possiamo permettere che la più grande comunità di cristiani del Medio Oriente continui a subire una vera e propria persecuzione da parte di chi li definisce ‘infedeli’. I cristiani sono il cuore dell’Europa e l’Europa non può lasciarli soli.