Taxi, bene decreto per regolamentare materia. Ma rimane sfida a modernità

Quando la politica strumentalizza per prendere qualche voto fa sempre un errore. Io da ex ministro delle Infrastrutture ho dovuto affrontare il tema Taxi e Uber, ma proprio per questo ritengo che, al di la’ o meno delle ragioni, non si puo’ mai mettere in discussione il diritto di un cittadino ad avere un servizio.
Io mi schierai apertamente contro Uber pop che consentiva a ognuno di fare quel che voleva. Adesso in 3 mesi si fara’ un decreto attuativo, ma non dobbiamo dimenticare che c’e’ anche una sfida alla modernita’ che dobbiamo affrontare” .
Così il capogruppo di Area popolare, ospite a Coffee’ break su la 7.
Roma, 22 febbraio 2017