Non voteremo una legge di bilancio senza il #BonusBebe.

Non voteremo una legge di bilancio senza il #BonusBebe.
Gentiloni chiarisca alle oltre 800.000 che ne hanno goduto se verrà rifinanziato o meno.
Vedo strani balletti intorno alle misure per la famiglia che dovrebbero essere contenute nella legge di bilancio. Abbiamo chiesto con forza che il bonus bebè, di cui nei tre anni passati hanno goduto quasi 800.000 famiglie venisse rifinanziato. Abbiamo accolto come un segnale positivo il pronunciamento di esponenti del Pd in tal senso. Adesso tutto sembra tornato in alto mare.
L’allarme lanciato dalla senatrice Bianconi, capogruppo di Ap a Palazzo Madama, non è un grido a vuoto: una legge di bilancio senza il bonus bebè non la votiamo.
Le misure per la famiglia, a differenza di altre questioni immesse forzosamente nell’agenda politica, facevano e fanno parte del programma di governo, quel governo al quale in questa legislatura siamo stati leali perché ne abbiamo condiviso il compito: portare il Paese fuori dalla crisi.
Togliere il sostegno alle famiglie, che in questi anni di difficoltà sono state il primo vero ed efficace attore del nostro welfare, vuol dire tornare indietro, vuol dire prenderle in giro dopo averle illuse.