Biotestamento: Il governo non metta la fiducia, è una legge che va cambiata

Biotestamento: Il governo non metta la fiducia, è una legge che va cambiata
Su testamento biologico e ius soli siamo stati molto chiari, non accetteremo nessuna richiesta di fiducia da parte del governo.
Il biotestamento non è nel programma del governo, è una legge di iniziativa parlamentare, se ne discuta quindi al Senato, permettendo il dibattito e l’Aula si esprimerà. Dal nostro punto di vista ci sono due miglioramenti da fare: uno riguarda il ruolo del medico e della famiglia e l’altro riguarda l’alimentazione e l’idratazione che non sono trattamenti medici e non possono essere sospesi.
C’è in questa legge una deriva eutanasica che non possiamo condividere. La nostra posizione è un no a questa legge così come scritta, ma è chiaro che su questi temi vige la libertà di coscienza. Noi siamo contro l’accanimento terapeutico e per la cura e l’assistenza di queste persone sino alla fine, come ha detto Francesco.
Gli accordi si fanno su un programma e il programma è fatto di contenuti. Certo che se il Pd forza sul fine vita, forza sullo ius soli, cede sul jobs act e sull’articolo 18…i contenuti sui quali eventualmente incontrarsi sono esauriti.