Le parole di Oettinger sono inaccettabili. Juncker lo censuri.

Le parole di Oettinger sono inaccettabili. Juncker lo censuri.
Che i mercati non siano il demonio gli italiani lo sanno bene, lo sanno perché comprano Bot, perché accendono mutui, perché chiedono prestiti, perché importano ed esportano, perché investono i loro risparmi. Per questo abbiamo molto apprezzato le parole del presidente Mattarella quando ha dato pubblicamente le ragioni delle sue decisioni, e la sua preoccupazione era esattamente la tutela del risparmio degli italiani.
Per lo stesso motivo riteniamo come minimo superflua, se non decisamente inopportuna l’affermazione del commissario Europeo al Bilancio Gunther Oettinger, che ha toni offensivi per ogni cittadino che voglia esprimere liberamente il proprio voto, e non fa che aumentare un sentimento anti-tedesco e anti-europeo di cui non si sente assolutamente il bisogno.
Sono parole da rispedire al mittente, e mi auguro che vengano presto ritrattate o censurate dal presidente della Commissione europea.