Il decreto dignità è andato a sbattere contro la realtà. 

Il decreto dignità è andato a sbattere contro la realtà.
L’audizione del presidente dell’Inps Boeri toglie ogni dubbio su manine, manone e complotti.
Tutto alla luce del sole, nella più completa trasparenza, che se ricordo bene è uno dei valori fondanti dei 5 stelle.
La previsione di 8000 posti in meno l’anno è stata fatta, come ha confermato Boeri, su dati forniti dal ministero del Lavoro, quello retto da Di Maio per intenderci, e potrebbe essere addirittura ‘ottimistica’<, ha detto oggi Boeri, perché non tiene contro dei contratti di lavoro a somministrazione anche ai quali verranno applicate le nuove misure restrittive. Quindi, o questo decreto cambia, e continuo a sperare nella responsabilità della Lega che il rapporto tra lavoro e imprese ben lo conosce, o la dignità molti neo disoccupati dovranno cercarsela insieme a un nuovo lavoro