Da Toninelli bugie sulla Tav: l'analisi costi-benefici è già stata fatta.

Da Toninelli bugie sulla Tav: l’analisi costi-benefici è già stata fatta.
Il ministro Toninelli è ovviamente libero di essere contrario alla Tav Torino-Lione, ma è evidentemente così poco libero intellettualmente che ricorre a misure bugie dalle gambe corte, cortissime.
Dice di voler finalmente fare un’analisi dei costi e dei benefici della Tav prima di decidere se proseguire nell’opera o se bloccarla.
Analisi che a suo dire nessuno sinora avrebbe fatto. Lo informo che non è il primo che ci ha pensato, che questa analisi esiste e anche lui può consultarla al link
http://presidenza.governo.it/osservatorio_torino_lione/quaderni/quaderno8.pdf.
Contrariamente alla sua, che sembra una posizione ideologica pregiudiziale, i ministri delle Infrastrutture e dei governi che lo hanno preceduto hanno sempre progettato le grandi opere avendo di mira i benefici per il Paese e per il suo sviluppo che queste comportano e i relativi costi da sostenere.
Il lavoro fatto sulla Torino Lione ha convinto due Parlamenti, quello francese e quello italiano e l’Unione europea che l’ha cofinanziata.
Quindi il ministro della destrutturazione dell’Italia, se vuole buttare via i soldi dei cittadini già investiti in questa opera e tagliare fuori l’Italia dai grandi traffici europei di merci e di persone sulla direzione Est-Ovest, faccia pure, ma cerchi argomenti più seri, le bugie non sono ammissibili.