Question Time al Ministro Di Maio su Alitalia e CDP

Question Time al Ministro Di Maio su Alitalia e CDP
Vogliamo davvero ancora parlare della nazionalizzazione di Alitalia o dovremmo pensare a come rilanciarla sul serio?
Il ministro Di Maio in un’intervista su Alitalia ha parlato della costituzione di una “newco”, con una dotazione iniziale tra 1.5 e 2 miliardi di euro, che dovrebbe essere partecipata da FS e finanziata da CDP.< Questo perché si sta lavorando ad un biglietto unico treno-aereo, per permettere poi ad Alitalia di concentrarsi sul lungo raggio (?). Oltre ai rilievi che L’Autorità garante della concorrenza e del mercato potrebbe fare per il costituirsi di una posizione dominante, ci si chiede se Ferrovie dello Stato Italiane, con il suo fatturato di 9.3 miliardi di euro e un utile netto di 550 milioni di euro, abbia le risorse per risanare e rilanciare Alitalia, perché solo per rimodernare la flotta aerea ha un costo previsto di 2 miliardi di euro. Senza contare che Ferrovie sta già per emettere obbligazioni per circa 4.5 miliardi di euro, sulle quali dovrà pagare tassi determinati da uno spread in notevole rialzo rispetto a pochi mesi fa. È acclarato che in 40anni, dal 1974 al 2014, lo Stato italiano ha speso un totale di 7.4 miliardi nei complessi piani di salvataggio di Alitalia, per un totale ad oggi di 8miliardi e 595 milioni di euro spesi dai soldi dei cittadini.