Domani nei supermercati di tutta Italia sarà la Giornata nazionale della Colletta alimentare.

Domani nei supermercati di tutta Italia sarà la Giornata nazionale della Colletta alimentare.
Per il ventiduesimo anno consecutivo il Banco Alimentare, che tutto l’anno raccoglie e distribuisce ai più bisognosi prodotti alimentari di prima necessità, si rivolge a tutti coloro che vanno a fare la spesa, chiedendo di donarne una parte per le famiglie in difficoltà. Lo fa attraverso le migliaia di volontari che domani troverete davanti ai vostri supermercati.
È un #gesto al qua#solidarietà ma anche di unità, perché ci ricorda ancora una volta quanto una comunità coesa possa incidere concretamente nella vita di ciascuno di noi, di chi riceve come di chi dona. Solo nella Giornata nazionale della Colletta alimentare dell’anno scorso in 13.000 punti vendita i 145.000 volontari hanno raccolto 8.200 tonnellate di alimenti. Gli italiani che hanno donato una parte della loro spesa sono stati 5 milioni e mezzo.

In tutto il 2017 il Banco Alimentare ha distribuito 91.235 tonnellate di #alimenti a 1.584.271 persone grazie all’opera gratuita di 1.878 #volontari.
Certo, domani non verrà abolita né la fame né la povertà ma, per citare le parole di #PapaFrancesco: “Probabilmente, è come una goccia d’acqua nel deserto della povertà e tuttavia può essere un segno di condivisione per quanti sono nel bisogno, per sentire la presenza attiva di un fratello o di una sorella”.
Io, come gli anni scorsi, non mancherò sarò tra i volontari del supermercato del mio quartiere, gli Olmi di Milano. Non perdete neanche voi quest’occasione di condividere il bisogno degli altri per imparare a condividere con loro anche il senso della vita.
Spero che sarete in molti.