Il problema non è la riduzione dei deputati o dei senatori, su cui siamo tutti d’accordo, ma il funzionamento delle nostre istituzioni.

Il problema non è la riduzione dei deputati o dei senatori, su cui siamo tutti d’accordo, ma il funzionamento delle nostre istituzioni.
Un numero ristretto di deputati come può modificare l’incidenza del processo legislativo, il rapporto tra maggioranza e opposizione, la rappresentanza dei territori, l’istituto della fiducia e la rapidità dei tempi esecutivi in una Repubblica Parlamentare?
Queste dovrebbero essere le questioni che muovono una riforma costituzionale.

No slogan da sventolare in campagna elettorale.
Il mio intervento di ieri sul complesso degli emendamenti alla riforma sul numero dei parlamentari.
 

Il problema non è la #riduzione dei deputati o dei senatori, su cui siamo tutti d’accordo, ma il #funzionamento delle nostre istituzioni.Un numero ristretto di deputati come può modificare l’incidenza del processo legislativo, il rapporto tra maggioranza e opposizione, la rappresentanza dei territori, l’istituto della fiducia e la rapidità dei tempi esecutivi in una Repubblica Parlamentare? Queste dovrebbero essere le questioni che muovono una #riforma costituzionale.No slogan da sventolare in campagna elettorale.Il mio intervento di ieri sul complesso degli emendamenti alla riforma sul numero dei parlamentari.#TorniamoaFarePolitica

Pubblicato da Maurizio Lupi su Giovedì 9 maggio 2019

 

#TorniamoaFarePolitica