Il decreto Salvaprecari che escludeva da un pubblico concorso 12.000 insegnanti solo perché impiegati in scuole paritarie era evidentemente discriminatorio.

Il decreto Salvaprecari che escludeva da un pubblico concorso 12.000 insegnanti solo perché impiegati in scuole paritarie era evidentemente discriminatorio.
Il sistema pubblico di istruzione è fatto da scuole gestite dallo Stato e scuole paritarie gestite da soggetti privati.
È una legge che attende ancora piena attuazione ma disattenderla in modo così plateale, discriminando fra docenti che hanno gli stessi titoli e la stessa esperienza è stato un grave errore di questo governo e del suo inadatto ministro all’25Istruzione.
Ora speriamo che si ponga rimedio come lo stop del Presidente della Repubblica suggerisce.