Le nomine sottopotere e Toninelli sistema gli amici

Il movimento 5 Stelle blocca il decreto aprile ormai diventato il decreto domani ma non blocca nomine di sottopotere e sistemazione degli amici.

Il capo della segreteria tecnica del ministro Danilo Toninelli, quando questi era al dicastero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’ingegnere Massimiliano Gattoni, è stato assunto dall’Anas e remunerato con 250 mila euro di stipendio.
Ad assumerlo, immaginiamo per gratitudine, è stato un altro beneficiato della gestione delle Infrastrutture e dei trasporti del ministro Toninelli, l’amministratore delegato dell’Anas Massimo Simonini.
Questo stesso Simonini che da oscuro dirigente di quarta fascia si ritrovò catapultato alla guida di Anas per decisione del ministro penta stellato. Ora, paga il suo debito.

Noi con l’Italia ha presentato una #interpellanza urgente all’attuale ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli per sapere se condivide la scelta dell’ad di Anas che, pur potendo pescare tra 6.500 dipendenti, accoglie a braccia aperte e con un sostanzioso assegno di benvenuto l’ingegnere Gattoni, il quale, va ricordato, non era fino a questa assunzione un dipendente della Pubblica amministrazione.

Ora forse capiamo meglio perché Simonini, appena insediatosi alla guida di Anas licenziò molti dirigenti: doveva far posto agli amici di Toninelli.