CASSA INTEGRAZIONE – Inps

Stamattina non so se essere deluso, arrabbiato o incazzato.

Vi ricordate del mio amico Gianluca? Aveva chiesto di vedersi accreditare la Cassa Integrazione sul conto corrente bancario ma l’INPS lo aveva indirizzato alle Poste dove per prelevarli, poiché l’importo era superiore ai 1.000 euro, si sarebbe trovato costretto ad aprire un conto corrente. Ebbene, ieri sera mi ha scritto di nuovo raccontandomi la seconda parte della storia forse ancora più inquietante, anche perché lINPS ammette candidamente nella sua risposta che di casi come quello di Gianluca ce ne sono tanti.

Invece di rilasciare dichiarazioni fantasiose (davvero è stata pagata il 90% della CIG? Davvero le imprese preferiscono non aprire perché pigre e sovvenzionate dallo Stato?) il presidente dell’INPS, Pasquale Tridico, dovrebbe essere meno ‘’pigro’’ nel suo lavoro oppure, semplicemente, dimettersi.

Stamattina non so se essere deluso, arrabbiato o incazzato

Stamattina non so se essere deluso, arrabbiato o incazzato.Vi ricordate del mio amico Gianluca? Aveva chiesto di vedersi accreditare la #CassaIntegrazione sul conto corrente bancario ma l’INPS lo aveva indirizzato alle Poste dove per prelevarli, poiché l’importo era superiore ai 1.000 euro, si sarebbe trovato costretto ad aprire un conto corrente. Ebbene, ieri sera mi ha scritto di nuovo raccontandomi la seconda parte della storia forse ancora più inquietante, anche perché l’#INPS ammette candidamente nella sua risposta che di casi come quello di Gianluca ce ne sono tanti.Invece di rilasciare dichiarazioni fantasiose (davvero è stata pagata il 90% della #CIG? Davvero le imprese preferiscono non aprire perché pigre e sovvenzionate dallo Stato?) il presidente dell’INPS, Pasquale Tridico, dovrebbe essere meno ‘’pigro’’ nel suo lavoro oppure, semplicemente, dimettersi.

Pubblicato da Maurizio Lupi su Martedì 9 giugno 2020