LOCKDOWN – La libertà delle persone

Con i poteri pubblici (soprattutto se straordinari) e con la libertà delle persone non si può essere approssimativi. Il sospetto che il diritto si faccia arbitrio lo si fuga solo con la chiarezza dei dati e la certezza della legge. Questo è l’unico modo per rispettare la ragione e l’intelligenza dei cittadini, che hanno e avranno sempre il diritto di capire per sentirsi responsabili.
Altrimenti i ristoratori di Torino, Milano o di Reggio Calabria non capiranno mai perché loro devono chiudere con responsabilità e quello di Napoli no.
Non è un problema di concorrenza tra regioni, è un problema di spiegare con chiarezza perché si fa questo.