BONAFEDE – Carceri a rischio Covid19

IL VIDEO DEL QUESTION TIME   On. ALESSANDRO COLUCCI Signor Ministro, la capienza delle carceri italiane è per 50.931 persone, e sono reclusi attualmente 53.785 detenuti, quindi ci sono 2.854 persone in più nelle carceri italiane; vuol dire che c’è sovraffollamento e promiscuità. Per questo la conferenza dei garanti territoriali delle persone private della libertà ha rivolto un appello al Parlamento per rischio di contagio, perché non c’è il distanziamento nelle carceri e perché è difficile garantire il livello…

Continua a leggere …

C. DESTRA RIUNITO – Dimissioni Nicola Morra

Come saprete faccio parte della Commissione Antimafia e oggi ho partecipato alla conferenza stampa organizzata dal centrodestra per chiedere le dimissioni del presidente Morra. Le parole pronunciate gli scorsi giorni Jole Santelli sono state moralmente, politicamente e umanamente inaccettabili. Quando un parlamentare ricopre una carica istituzionale delicatissima, come quella di Presidente della Commissione Antimafia, non può fare quelle affermazioni. Non può appropriarsi dell’istituzione usandola a volte come megafono delle sue opinioni personali e a volte come clava per colpire…

Continua a leggere …

DISABILI – Lavoro per gli invisibili

Vi sono in Italia delle persone che purtroppo rimangono sempre escluse: sono gli invisibili. Sono coloro dei quali noi politici parliamo tanto e facciamo poco. Sono quelle oltre 800.000 persone disabili iscritte alle liste di collocamento speciali previste dalla l. 68/99 che hanno il diritto, allo stesso modo di tutti gli altri, di avere un lavoro, cioè di sentirsi partecipi alla costruzione della società . Oggi abbiamo presentato alla Camera dei Deputati una interpellanza urgente per provare a sensibilizzare…

Continua a leggere …

COVID19 – Governo che non c’è

La mia domanda è: c’è ancora un Governo in Italia? – La legge di Bilancio, legge fondamentale per l’Italia, approvata salvo intese 20 giorni fa dal Cdm, non è ancora arrivata in parlamento e deve essere approvata entro il 31/12/2020. La ragione è molto semplice: le divisioni all’interno della maggioranza. – Venerdì scorso l’Italia e stata divisa in 3 zone: rossa, gialla, arancione. Neanche il tempo di firmare il dpcm che le nuove star della televisione, in primis il…

Continua a leggere …

LOCKDOWN – La libertà delle persone

Con i poteri pubblici (soprattutto se straordinari) e con la libertà delle persone non si può essere approssimativi. Il sospetto che il diritto si faccia arbitrio lo si fuga solo con la chiarezza dei dati e la certezza della legge. Questo è l’unico modo per rispettare la ragione e l’intelligenza dei cittadini, che hanno e avranno sempre il diritto di capire per sentirsi responsabili. Altrimenti i ristoratori di Torino, Milano o di Reggio Calabria non capiranno mai perché loro…

Continua a leggere …

COVID19 – Serve collaborazione responsabile

Da parte mia e del nostro gruppo ci associamo alla richiesta della collega Gelmini, del collega Molinari e degli altri colleghi dell’opposizione, appunto perché urgentemente, il più presto possibile il Ministro Speranza venga qui in Parlamento a riferire sulle ragioni delle scelte e sui dati. Lo dico anche ai colleghi della maggioranza, noi siamo in un paradosso: da una parte il Presidente della Repubblica, il Presidente del Consiglio, tutti noi chiediamo unità, collaborazione, responsabilità; dall’altra poi nei fatti questa…

Continua a leggere …

COVID19 – Da immuni a infami

Dall’app. “Immuni”, all’app. “Infami”. L’aver prorogato l’emergenza al 31 gennaio non ha autorizzato né il Presidente del Consiglio, né il Ministro della Salute, né il Consiglio dei Ministri a superare i limiti che la Costituzione ha delineato e quelli che la legge ha stabilito siano compito di indirizzo del Parlamento. L’accesso alla Proprietà Privata è un diritto fondamentale, l’Esecutivo non ha alcun potere su di esso. Certo, oggi da obbligo hanno trasformano in ‘’raccomandazione’’ tutto questo, ma a voi…

Continua a leggere …

INFORMATIVA SPERANZA

Il Governo la smetta di fare lo scaricabarile. La situazione in Italia è migliorata ma il Governo deve essere chiaro e insistere sulla responsabilità dei cittadini e non sulla paura. Non possiamo richiudere tutto, il Paese non può permettersi un’altro lockdown. Basta con lo smartworking, la legge stabilisce che massimo il 30% del lavoro può essere svolto a casa. Si ritorni presto negli uffici. Si tolga la responsabilità penale dei datori di lavoro in caso di Covid19. Comunichiamo i…

Continua a leggere …

REFERENDUM – 10 RAGIONI PER DIRE NO

C’è un solo modo per rispettare la volontà popolare ed è rispettare il Parlamento.   SI RISPARMIA. Assolutamente no. Sono state fatte cifre iperboliche. Il taglio consentirebbe una diminuzione di spesa dello 0.007 per cento della spesa pubblica, 57 milioni l’anno, neanche un euro a cittadino. La democrazia vale almeno un caffè al giorno? SONO TROPPI. Non è vero. In Europa l’Italia è al 23° posto (su 27) nel rapporto tra eletti e elettori. In Italia c’è un deputato…

Continua a leggere …

ARGENTINA – Gruppo Interparlamentare di amicizia

L’accordo tra l’Argentina e i suoi creditori è una buona notizia. Siamo vicini alla Repubblica Argentina, alla sua popolazione e al suo Governo, in questo momento di grave crisi economica. L’accordo è un primo importante passo per il rilancio del Paese e per dare un po’ di respiro alla gente. Auspico che il nostro governo e il suo ministro degli Esteri accompagnino questo processo.

Continua a leggere …