Il Foglio: Investire nei trasporti. Troppa burocrazia frena lo sviluppo infrastrutturale

Investire nei trasporti Troppa burocrazia frena lo sviluppo infrastrutturale. Trenitalia nel capitale di Alitalia?Scelta sbagliata.   Uno scambio lasciato aperto per errore. Questa la causa ipotizzata del deragliamento del Frecciarossa che è costato la vita ai due macchinisti. Occorre fare il possibile per abbassare sempre di più l’incidenza degli errori umani su sistemi complessi come le infrastrutture ferroviarie, ma sapendo che alla fallibilità dell’uomo si può ovviare, non la si può eliminare totalmente. Quello che possiamo fare è migliorare…

Continua a leggere …

Intervista al Corriere: Se perdono i dem al voto ad ottobre con un governo istituzionale

<<Se perdono i dem sì a un governo istituzionale>> Lupi, presidente di Noi con l’Italia: voto di valenza nazionale, i moderati si facciano sentire ROMA La vittoria del centrodestra la sente nell’aria Maurizio Lupi: «Sto girando l’Emilia Romagna,ovunque si percepisce la gran voglia di cambiare, al di là delle capacità di chi ha governato finora, indipendentemente dai nomi di Bonaccini e Borgonzoni. Quella voglia che era riuscito ad intercettare il MSS, che però ha fallito ed è imploso, lasciando…

Continua a leggere …

Milano 2021: «Né di bandiera, né un déjà-vu. Serve il candidato del futuro»

Milano 2021: «Né di bandiera, né un déjà-vu. Serve il candidato del futuro» L’ex assessore: «Poco tempo, basta pensare al passato Se pensiamo ai nomi siamo morti. Ora sparigliamo» Maurizio Lupi, deputato di centrodestra, ex ministro, ex assessore, milanese, manca un anno e mezzo alle Comunali. La sinistra sembra che ripresenti Sala, e dalla vostra parte la situazione qual è? «Mi pare assolutamente normale che ci sia Sala, sarebbe anomalo se non si ricandidasse non facendosi giudicare. Il problema…

Continua a leggere …

Intervista a La Verità: “Mi dimisi ed è finito tutto nel nulla, ma certi soloni non chiedono scusa”

“Mi dimisi ed è finito tutto nel nulla, Ma certi soloni non chiedono scusa” «Nel 2015 lasciai le Infrastrutture da non indagato, solo per lo “scandalo” dell’orologio regalato a mio figlio. C’è stata una nuova archiviazione, però alcuni giornalisti continuano a comportarsi come degli inquisitori»   Buongiorno Maurizio Lupi, come sta? «Sto bene perché non ho nessun rimpianto e nessuna recriminazione. Quando mi sono dimesso da ministro l’ho fatto per difendere un’idea di politica e di governo, ma soprattutto…

Continua a leggere …