Avevamo chiesto soldi per famiglie e imprese e invece ci ritroviamo con 8,5 milioni di cartelle esattoriali dall’agenzia delle entrate

Avevamo chiesto soldi subito per famiglie e imprese e invece, a 45 giorni dallo scoppio dell'emergenza #Covid19, ci… Pubblicato da Maurizio Lupi su Giovedì 23 aprile 2020    

Continua a leggere …

Immuni applicazione obbligatoria? Decida il Parlamento

Mentre con i rappresentanti dell’opposizione siamo in riunione a Palazzo Chigi per discutere dell’applicazione Immuni per il tracciamento dei movimenti delle persone, se e come utilizzarla, se renderla obbligatoria o volontaria, con tutti gli enormi problemi legati alla privacy e alla libertà delle persone, il commissario straordinario Domenico Arcuri se ne esce in conferenza stampa, ripresa da tutti i siti, che o ci si scarica la app sul cellulare o non si esce di casa. Conoscendo Arcuri penso che si tratti di un infortunio, un maldestro tentativo…

Continua a leggere …

Sembra che l’unica preoccupazione del ministro dell’Istruzione sia dire che la scuola non riaprirà. Lo dice da settimane

Sembra che l’unica preoccupazione del ministro dell’Istruzione sia dire che la scuola non riaprirà. Lo dice da settimane L’ha ridetto stamattina in un’intervista a un quotidiano, l’ha ribadito nel pomeriggio a una emittente radiofonica. Lucia Azzolina è il ministro della chiusura. In tutta #Europa si stanno preparando per riaprire le scuole, da noi si ciancia di istruzione ed educazione come primo investimento di un Paese ma pare non crederci neanche il ministro che dovrebbe assicurarla ai bambini e ai ragazzi italiani. C’è un…

Continua a leggere …

RSA: il 2 aprile avevo fatto presente il problema. Peccato che la maggioranza lo abbia ignorato.

Il 2 aprile insieme ad altri dieci deputati ho chiesto formalmente nell’Aula della Camera dei deputati al ministro della Salute che cosa intendesse fare il #governo di fronte all’allarme che veniva dalle case di riposo per anziani, che si stavano trasformando “in focolai e lazzaretti”. Ho citato, fra i tanti, il caso della casa di riposo Santissima Maria Immacolata di Nerola, dove 16 operatori su 40 risultavano positivi al #CoronaVirus e con loro anche 56 degenti sui 63. Poi ho fatto un triste elenco:…

Continua a leggere …

Gli annunci non possono sostituire le decisioni

Gli annunci non possono sostituire le decisioni. Su tutti i giornali oggi leggiamo che si ripartirà dopo il 3 maggio. Pochi giorni fa il presidente del Consiglio aveva detto che eravamo pronti per la fase due. Il Paese non può stare fermo altri 24 giorni. Si devono fare le cose con prudenza, con le misure che garantiscano sicurezza sui posti di #lavoro, ma deve ripartire. La vita non è solo quella biologica. La politica deve avvalersi della competenza degli uomini…

Continua a leggere …

DlLiquidità: annuncio roboante. 400 miliardi per le imprese, ma senza regole semplici e senza che siano immediatamente applicabili

L’annuncio del #DlLiquidità è roboante: 400 miliardi per le imprese, ma servono regole semplici e immediatamente applicabili e non solo per i prestiti da 25 mila euro. Dobbiamo salvare la spina dorsale dell’Italia che è costituita da tutte le imprese, grandi, medie e piccole. Leggeremo con attenzione il testo anche perché, nonostante i continui incontri con l’opposizione (l’altisonante cabina di regia) i provvedimenti non ci sono mai stati consegnati neanche in bozza. Ma è sin d’ora evidente che la restituzione dei…

Continua a leggere …

Intervista a Il Giornale: Irresponsabile la ministra che lancia il “tutti promossi

«Irresponsabile la ministra che lancia il “tutti promossi”» Il leader di Noi con l’Italia: «Studenti e docenti lavorano più di prima. Diseducativo non premiarli»     Maurizio Lupi, presidente di Noi con l’Italia, lei ha definito diseducativo e ingiusto permettere che siano tutti promossi. Perché? È irresponsabile che il ministro dell’istruzione lanci il tutti promossi nel momento in cui la scuola fa i conti con una situazione incredibile e sta dimostrando di essere la prima istituzione del paese, con…

Continua a leggere …

Domattina, nell’incontro del presidente del Consiglio con i leader dell’opposizione, porterò proposte concrete

Domattina, nell’incontro del presidente del Consiglio con i leader dell’opposizione, porterò proposte concrete soprattutto a tutela del sistema produttivo. Draghi ha detto che bisogna inondare di liquidità le aziende. Bisogna che questo avvenga subito e il decreto Cura Italia non ha ancora fatto scattare questa dinamica. Bisogna che chi richiede un prestito alla banca lo ottenga immediatamente, con garanzia dello Stato, come sta succedendo in altri paesi. Ecco, tra le altre, alcune modalità: – Alle #imprese superiori ai 5 milioni di…

Continua a leggere …

Didattica a Distanza: il governo non può continuare ad ignorare i disagi economici e materiali che molti stanno vivendo

La proroga alla chiusura di scuole e università è una misura ovviamente necessaria ma il governo non può continuare ad ignorare i #disagi economici e materiali che molti studenti e docenti stanno vivendo (e segnalandoci) in questi giorni nell’attuare la didattica a distanza. Le misure del ministro Azzolina, infatti, sono #insufficienti perché la rete internet ha un costo, non tutti possono accedervi e non tutti possono permetterselo. Molti studenti o insegnanti hanno peraltro un piano di traffico dati limitato e in questo periodo sono…

Continua a leggere …

Mario Draghi, come suo solito, non ha usato mezzi termini, anche oggi bisogna fare qualsiasi cosa per salvare l’economia, come già fu per l’euro

Mario Draghi, come suo solito, non ha usato mezzi termini, anche oggi bisogna fare qualsiasi cosa per salvare l’economia, come già fu per l’euro. Qualsiasi cosa per gli Stati vuol dire più debito pubblico, per le banche inondare di liquidità le #aziende a costo zero senza paletti che le intralcino. Ma soprattutto, ha aggiunto, queste cose bisogna farle subito. Certo, più debito pubblico non vuol dire più spesa allegra, bisogna indirizzarlo là dove serve e controllare veramente come viene usato. Ma…

Continua a leggere …

Pubblicato inNews,Politica Tagged,,, Commenti disabilitati su Mario Draghi, come suo solito, non ha usato mezzi termini, anche oggi bisogna fare qualsiasi cosa per salvare l’economia, come già fu per l’euro