Didattica a Distanza: il governo non può continuare ad ignorare i disagi economici e materiali che molti stanno vivendo

La proroga alla chiusura di scuole e università è una misura ovviamente necessaria ma il governo non può continuare ad ignorare i #disagi economici e materiali che molti studenti e docenti stanno vivendo (e segnalandoci) in questi giorni nell’attuare la didattica a distanza. Le misure del ministro Azzolina, infatti, sono #insufficienti perché la rete internet ha un costo, non tutti possono accedervi e non tutti possono permetterselo. Molti studenti o insegnanti hanno peraltro un piano di traffico dati limitato e in questo periodo sono…

Continua a leggere …

Mario Draghi, come suo solito, non ha usato mezzi termini, anche oggi bisogna fare qualsiasi cosa per salvare l’economia, come già fu per l’euro

Mario Draghi, come suo solito, non ha usato mezzi termini, anche oggi bisogna fare qualsiasi cosa per salvare l’economia, come già fu per l’euro. Qualsiasi cosa per gli Stati vuol dire più debito pubblico, per le banche inondare di liquidità le #aziende a costo zero senza paletti che le intralcino. Ma soprattutto, ha aggiunto, queste cose bisogna farle subito. Certo, più debito pubblico non vuol dire più spesa allegra, bisogna indirizzarlo là dove serve e controllare veramente come viene usato. Ma…

Continua a leggere …

Pubblicato inNews,Politica Tagged,,, Commenti disabilitati su Mario Draghi, come suo solito, non ha usato mezzi termini, anche oggi bisogna fare qualsiasi cosa per salvare l’economia, come già fu per l’euro
Per lavorare insieme occorre ascoltare la voce della nostra gente a cui abbiamo chiesto per tutelare la salute un sacrificio enorme: la limitazione della #libertà

Per lavorare insieme occorre ascoltare la voce della nostra gente a cui abbiamo chiesto per tutelare la salute un sacrificio enorme: la limitazione della #libertà. Ora dobbiamo ascoltare quello che ci chiedono i #medici e il personale sanitario (più protezione, più tamponi), le #imprese (più liquidità per non morire), gli #insegnati e gli #studenti (la scuola è il primo grande investimento), le #famiglie (non lasciateci senza lavoro) e così via. Quando avremo sconfitto questo nemico, però, dovremo restituire a tutti più libertà, più benessere, più società, meno burocrazia e più…

Continua a leggere …

Dopo l’incontro di ieri del presidente del Consiglio con i leader dell’opposizione non è superfluo ribadire che cosa vuol dire fare un lavoro in comune

Dopo l’incontro di ieri del presidente del Consiglio con i leader dell’opposizione non è superfluo ribadire che cosa vuol dire fare un lavoro in comune. Perché lavorare insieme in un momento di crisi drammatica come questo è un dovere ma per farlo è necessario ascoltare e confrontarsi con le proposte delle opposizioni. Noi riteniamo che il decreto #CuraItalia sia insufficiente a fronteggiare l’emergenza economica, sia in termini di risorse stanziate sia per la copertura della platea di soggetti economici interessati. In fase…

Continua a leggere …

Non si può gestire un’emergenza come quella drammatica che il Paese sta vivendo con dirette Facebook

Non si può gestire un’emergenza come quella drammatica che il Paese sta vivendo con dirette Facebook. Il presidente del Consiglio prende provvedimenti e li comunica direttamente ai cittadini, ma sui provvedimenti da prendere il contributo del Parlamento è non solo utile ma necessario. Faccio un solo esempio: si blocca tutto ciò che non sia direttamente connesso alla filiera alimentare, ma ci si dimentica l’informatica, se si bloccano le casse dei supermercati che cosa succede? E se saltano i Pc…

Continua a leggere …

Abbiamo lasciato aperte le tabaccherie e le profumerie ma lasciamo chiuso il Parlamento?

Abbiamo lasciato aperte le tabaccherie e le profumerie ma lasciamo chiuso il Parlamento? La #democrazia è un bene essenziale, collaborare insieme non significa ”prendere o lasciare” e il Parlamento è il luogo dove portare le istanze delle imprese o delle famiglie o dove poter dire che non si è d’accordo (anche perché ditemi cosa c’entra nel decreto ”Cura Italia” la nazionalizzazione di #Alitalia). Molti dicono facciamo come la #Cina, uno solo che decide per tutti. A me non piace in Italia un segretario…

Continua a leggere …

Cura Italia: Se manca il pane non dai una brioche

Se manca il pane non dai una brioche. Abbiamo collaborato con il governo presentando le nostre proposte, e in questi giorni insieme agli altri partiti dell’opposizione in un confronto assiduo, e dopo una lunga fase di indecisione finalmente il governo ha approvato il ‘decreto marzo’. Questo ritardo ha già provocato incertezze a tutti coloro che in questi giorni dovevano adempiere alle scadenze fiscali. I 25 miliardi stanziati sono un primo importantissimo segnale, ma ricordiamoci che se manca il pane…

Continua a leggere …

Lettera al Foglio: La democrazia non chiude

lo, con sulla pelle l’esperienza di Milano e della Lombardia, sono tra coloro che hanno spinto per i provvedimenti drastici di fronte all’emergenza del coronavirus. Va bene sospendere tutto, ma trovo imbarazzante sospendere anche il Parlamento. Alla Camera dei deputati la prossima settimana salterà il question time (e le assicuro che le interrogazioni che si potrebbero porre, per esempio al ministro dell’Economia, in diretta televisiva, non sono certo estranee all’emergenza che stiamo vivendo), anche la seduta della prossima settimana…

Continua a leggere …

Stasera Italia: Non sottovalutare il #CoronaVirus significa prendersi cura di una comunità ed essere responsabili

Dobbiamo continuare ad affrontare l’emergenza con serietà, lo dico da milanese. Forse ci sembrerà che sia passato molto tempo dal primo paziente positivo in Italia, ma non è così. Era il 21 febbraio e in meno di 20 giorni solo in lombardia abbiamo più di 9 mila contagiati e 700 morti. Non sottovalutare il #CoronaVirus significa anzitutto prendersi cura di una comunità ed essere responsabili, prendendo tutte le misure necessarie per superare l’emergenza. In questi giorni come opposizione abbiamo incontrato il…

Continua a leggere …

Covid19: LE PROPOSTE AL DECRETO FISCALE DI NOI CON L’ITALIA

NOI CON L’ITALIA PROPOSTE AL DECRETO FISCALE CAPO 1 – LAVORO – CIGS e FIS strumenti importanti soprattutto se immediati e di semplice accessibilità per tutti i settori e per tutte le dimensioni aziendali – Per le IMPRESE CHE ESPORTANO e che hanno in essere commesse all’estero caratterizzate da penali rispetto ai tempi di consegna, è necessario prevedere: un fondo per le penali a causa di ritardata consegna qualora il contratto non sia retto da diritto italiano, un sistema…

Continua a leggere …