Oggi in aula il Presidente Conte ha detto “rifarei tutto quello che ho fatto”. Ma ne è proprio sicuro?

Oggi in aula il Presidente Conte ha detto “rifarei tutto quello che ho fatto”. Ma ne è proprio sicuro? Per ripartire bisogna scommettere sulla responsabilità e sulla libertà dei nostri cittadini, delle nostre imprese, delle nostre associazioni.   Per ripartire bisogna scommettere sulla responsabilità e sulla libertà Oggi in aula il Presidente Conte ha detto "rifarei tutto quello che ho fatto". Ma ne è proprio sicuro?Per ripartire bisogna scommettere sulla responsabilità e sulla libertà dei nostri cittadini, delle nostre…

Continua a leggere …

DICHIARAZIONE di voto – D.l. Cura Italia

Era dai tempi di Badoglio che non avevamo l’obbligo di non uscire di casa ma, nonostante questo e nonostante la diminuzione del nostro PIL paventata (-10%), il Governo non ha ancora trovato il coraggio di aiutare subito e davvero famiglie, imprese, liberi professionisti e scuole. In questo momento serviva lavorare assieme (come DC e PCI nei momenti più bui e fondamentali della storia d’Italia), non inserire la nazionalizzazione di Alitalia nel CuraItalia. Serviva dare soldi subito e in maniera semplice…

Continua a leggere …

Informativa di Conte: l’economia non è il regno del dio denaro, quella si chiama usura

L’economia non è il regno del dio denaro, quella si chiama usura. L’economia è la vita quotidiana della gente: non c’è infatti vita senza economia e non c’è economia che non si preoccupi dalla vita delle persone. Dobbiamo ripartire ma per farlo occorre zero burocrazia e più fiducia nei cittadini e nelle imprese. È una sfida culturale, ma possiamo farcela. La mia risposta al Presidente del Consiglio durante la sua informativa alla Camera. Dobbiamo ripartire ma per farlo occorre zero burocrazia e…

Continua a leggere …

MOZIONE in Assemblea – Lavoro

Va difeso il lavoro e il lavoro non lo da lo Stato, il lavoro non è assistenzialismo, il lavoro lo danno le imprese e, sopratutto, lavoro e salute non sono in antitesi. Germania, Francia e Spagna stanno programmando la riapertura delle loro imprese e anche delle scuole (ovviamente tutelando la salute dei lavoratori). Sono matti? No. Hanno compreso che se oggi si sta morendo di Covid19, domani forse potremo morire di fame. Non si possono continuare ad usare o richiamare leggi e…

Continua a leggere …

RSA: il 2 aprile avevo fatto presente il problema. Peccato che la maggioranza lo abbia ignorato.

Il 2 aprile insieme ad altri dieci deputati ho chiesto formalmente nell’Aula della Camera dei deputati al ministro della Salute che cosa intendesse fare il #governo di fronte all’allarme che veniva dalle case di riposo per anziani, che si stavano trasformando “in focolai e lazzaretti”. Ho citato, fra i tanti, il caso della casa di riposo Santissima Maria Immacolata di Nerola, dove 16 operatori su 40 risultavano positivi al #CoronaVirus e con loro anche 56 degenti sui 63. Poi ho fatto un triste elenco:…

Continua a leggere …

Più soldi alla scuola pubblica, cioè sia a quella statale che a quella paritaria

Più soldi alla scuola pubblica, cioè sia a quella statale che a quella paritaria. In un momento di emergenza cosi grave dobbiamo investire sulla formazione e sulla cultura, sui docenti e aiutare anche le #900mila famiglie che mandano i loro figli alle paritarie e che continuano a pagare la retta anche se le scuole sono chiuse.   Più soldi alla #scuola pubblica, cioè sia a quella statale che a quella paritaria.In un momento di emergenza cosi grave dobbiamo investire sulla formazione e…

Continua a leggere …

Per lavorare insieme occorre ascoltare la voce della nostra gente a cui abbiamo chiesto per tutelare la salute un sacrificio enorme: la limitazione della #libertà

Per lavorare insieme occorre ascoltare la voce della nostra gente a cui abbiamo chiesto per tutelare la salute un sacrificio enorme: la limitazione della #libertà. Ora dobbiamo ascoltare quello che ci chiedono i #medici e il personale sanitario (più protezione, più tamponi), le #imprese (più liquidità per non morire), gli #insegnati e gli #studenti (la scuola è il primo grande investimento), le #famiglie (non lasciateci senza lavoro) e così via. Quando avremo sconfitto questo nemico, però, dovremo restituire a tutti più libertà, più benessere, più società, meno burocrazia e più…

Continua a leggere …

Abbiamo lasciato aperte le tabaccherie e le profumerie ma lasciamo chiuso il Parlamento?

Abbiamo lasciato aperte le tabaccherie e le profumerie ma lasciamo chiuso il Parlamento? La #democrazia è un bene essenziale, collaborare insieme non significa ”prendere o lasciare” e il Parlamento è il luogo dove portare le istanze delle imprese o delle famiglie o dove poter dire che non si è d’accordo (anche perché ditemi cosa c’entra nel decreto ”Cura Italia” la nazionalizzazione di #Alitalia). Molti dicono facciamo come la #Cina, uno solo che decide per tutti. A me non piace in Italia un segretario…

Continua a leggere …

Subito, in maniera semplice e per tutti (Famiglie, Imprese, Partite Iva).

Subito, in maniera semplice e per tutti (#famiglie, #imprese, #PartiteIva). Questi sono i criteri che devono avere le politiche per fronteggiare il #CoronaVirus. I 25 miliardi stanziati che abbiamo votato (1,1% del PIL) sono stati un segnale importante: le richieste dell’opposizione di centrodestra sono state ascoltate! Mi auguro che da oggi, nella differenza di opinioni, si continui sulla strada del lavoro insieme. In gioco c’è la salute, il benessere, il senso stesso di essere Stato. Subito, in maniera semplice e per tutti…

Continua a leggere …

D.L. Intercettazioni: Sognano sistemi talmente perfetti in cui nessuno avrebbe più bisogno di essere buono

“Sognano sistemi talmente perfetti in cui nessuno avrebbe più bisogno di essere buono”. (Cori da “La Rocca” – Thomas Eliot) Abbiamo votato NO al D.L. #Intercettazioni. Vi spiego perché: innanzitutto permettetemi due citazioni: -“La libertà e la segretezza della corrispondenza e di ogni altra forma di comunicazione sono inviolabili. La loro limitazione può avvenire soltanto per atto motivato dell’autorità giudiziaria con le garanzie stabilite dalla legge”. -“L’imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva”. Sono, come tutti sapete bene,…

Continua a leggere …